Secondo Idealista, il Covid riduce le differenze di prezzo tra le case nelle città dell’Europa meridionale

Madrid, il mercato con i prezzi più dispersi del sud Europa

MADRID, 23 dicembre (EUROPE PRESS) –

Idealista ha osservato cambiamenti nel mercato immobiliare a causa della pandemia, che ha portato a un restringimento del divario tra le case più costose ed economiche in vendita nelle principali città dell’Europa meridionale, secondo uno studio del portale dal suo database di Spagna, Italia e il Portogallo.

Di conseguenza, ha sottolineato che l’indice di Gini, che viene utilizzato per misurare la dispersione nell’ambiente economico, è “inferiore” nella maggior parte dei principali mercati dell’Europa meridionale.

L’indice di Gini è un numero compreso tra 0 e 100, dove 0 corrisponde a tutte le case con lo stesso prezzo e il valore 100 corrisponde alla perfetta eterogeneità. Gli aumenti o le diminuzioni dell’indice non possono essere correlati ad aumenti o diminuzioni di prezzo, ma piuttosto a un’omogeneità più o meno omogenea del mercato di compravendita di abitazioni.

Idealista dice che è evidente che il processo di omogeneizzazione causato dalla pandemia è stato lo stesso in tutti e tre i paesi. Ha infatti notato che le capitali sono rimaste stabili, poiché Madrid e Roma hanno lo stesso indice di gennaio, mentre Lisbona ha un calo di 1,4 punti.

Per città, Milano ha registrato il calo maggiore (-2,3 punti), seguita da Bilbao (-1,5 punti) e Malaga (-1,2 punti). Seguono Porto (-0,7 punti), Barcellona (-0,6 punti), Firenze (-0,4 punti) e Napoli (-0,3 punti). A Torino l’indice non si è mosso, mentre Siviglia e Valencia sono le uniche grandi città dell’Europa meridionale dove la dispersione dei prezzi è aumentata rispettivamente di 0,7 e 0,3 punti.

Madrid è emerso come il mercato più diffuso nell’Europa meridionale, con le differenze tra le case più costose ed economiche che raggiungono un indice Gini di 83,3. Seguono Porto (79,9), Valencia (78,4), Milano (77,8), Torino (77,8), Barcellona (77,4), Malaga (77,2), Firenze (76,9) . e Napoli (76).

Al contrario, le città con i mercati più uniformi dell’Europa meridionale sono Bilbao (72,4), Roma (73,6) e Lisbona (74,6).

Lascia un commento