Teófila Martínez, Presidente eletta dell’Associazione per la cooperazione tra porti e città

CÁDIZ, 16 ottobre (EUROPE PRESS) –

Il Presidente dell’Autorità Portuale della Baia di Cadice (APBC) è stato eletto questo giovedì pomeriggio all’unanimità dal Consiglio Generale, nuovo Presidente di RETE, l’Associazione per la Cooperazione tra Porti e Città. Sostituisce l’architetto italiano Rinio Bruttomesso, che da tre anni dirige l’associazione internazionale.

Come spiegato in una nota dell’APBC, il processo elettorale si è svolto durante la 33a riunione RETE, alla quale la città italiana di Livorno parteciperà di persona, nonostante le attuali circostanze della pandemia dandole la possibilità di far partecipare la maggior parte dei non italiani online e partner europei latinoamericani.

Il nuovo presidente sarà accompagnato nei prossimi due anni da due vicepresidenti, sei membri e un segretario generale, in cui sono rappresentati membri di tutti i paesi, città, porti e istituzioni partner. I Vice Presidenti sono: Roberto Converti, Architetto, Membro del Comune, Buenos Aires, Argentina; e Luisa Salgueiro, Presidente, Câmara Municipal, Matosinhos, Portogallo.

Teófila Martínez ha indicato che il lavoro di associazioni come RETE “è essenziale per raggiungere l’obiettivo di una vera integrazione tra porti e città” e si baserà su questo per i prossimi due anni.

Nel suo intervento ha affermato: “L’integrazione è un’opportunità per la città, ma anche per i porti. È uno strumento per stimolare l’economia ambientale e generare risorse che aiutano i porti a investire ulteriormente e migliorare le infrastrutture”. più competitivo. “

Il suo obiettivo nell’assumere la presidenza è quello di continuare l’importante lavoro svolto finora e, dalla sua duplice visione della realtà del porto, incoraggiare una maggiore partecipazione delle città e approfondire l’America Latina, come ha spiegato.

Allo stesso modo, il nuovo Presidente ha sottolineato l’importante lavoro svolto dal Presidente Rinio Bruttomesso, oltre che dal Comitato Scientifico e dai Nodi Avanzati, che continuerà ad essere una priorità e un elemento di differenziazione dell’associazione.

Lascia un commento