Turismo de Canarias e Alpitour stanno lavorando alla ripresa delle operazioni tra l’Italia e le isole da marzo

LAS PALMAS DE GRAN CANARIA, 10 febbraio (EUROPE PRESS) –

Il turismo nelle Isole Canarie e il più grande tour operator italiano, Alpitour, stanno lavorando alla ripresa delle operazioni tra il paese transalpino e l’arcipelago da marzo, secondo il governo regionale.

In questo modo sia il Ministero che il TTOO vogliono creare un corridoio turistico sicuro in cui riprendere gradualmente i collegamenti aerei tra l’Italia e l’arcipelago.

In questo contesto, il ministro del turismo, dell’industria e del commercio delle Isole Canarie, Yaiza Castilla, e il direttore esecutivo del turismo delle isole Canarie, José Juan Lorenzo, hanno tenuto un incontro questo mercoledì con il CEO di Jumbo Tours (rappresentante di Alpitour) in Spagna), Ginés Martínez, per lavorare insieme di fronte a questa riattivazione.

L’idea del tour operator è quella di iniziare con un volo settimanale tra Milano e Tenerife alla fine di marzo, aumentando sia le frequenze che i viaggi verso altre isole quando la domanda aumenta.

Qui Alpitour considera le Isole Canarie un’importante meta di vacanze estive, motivo per cui sta iniziando a creare un corridoio sicuro tra l’Italia e l’arcipelago, che consentirà al flusso di turisti di rilassarsi nella stagione estiva.

“L’impegno di Alpitour per le Isole Canarie è molto importante per la destinazione. Condividiamo con questo tour operator il motto di riattivare il turismo garantendo la massima sicurezza sia ai turisti che ci visitano che ai residenti delle isole”, ha spiegato Castilla.

Nel 2019 Alpitour ha operato 291 voli con le Isole Canarie e portato nelle isole 59.646 turisti, il 12,5% del totale degli italiani arrivati ​​nell’arcipelago in quell’anno. Numeri che sono scesi a 10.530 passeggeri lo scorso anno a causa del disagio turistico causato dal Covid-19.

Lascia un commento