Un carro cerimoniale romano praticamente intatto trovato tra le rovine di Pompei


ROMA, 27 febbraio (EUROPE PRESS) –

I responsabili del parco archeologico di Pompei hanno annunciato questo sabato la scoperta di un carro cerimoniale romano in condizioni quasi perfette tra le rovine classiche della città italiana.

Si tratta di un veicolo rinvenuto nella zona di Civita Giuliana a nord di Pompei. L’auto è un veicolo in ferro con quattro ruote e una capacità di una o due persone – quasi unico nel suo genere, secondo gli esperti.

All’interno si trovano decorazioni con scene erotiche di uomini e donne che possono essere utilizzate per le cerimonie dell’élite romana. Fanno parte di un complesso archeologico, la cui scoperta è iniziata alcuni anni fa con il ritrovamento dei resti di cavalli ancora provvisti di ferri.

“L’auto è stata trovata in un portico a due piani che si apre su una terrazza scoperta e mette in mostra il tetto in legno carbonizzato con la sua rete di travi, che sono state tutte conservate”, ha aggiunto il team in un comunicato pubblicato sul loro sito. Ragnatela.

Il tetto in legno è stato accuratamente puntellato, pulito e rimosso dall’area di scavo in modo che le ricerche potessero continuare fino a quando gli archeologi non avessero scoperto i primi indizi, il 7 gennaio di quest’anno, su cosa sarebbe diventato il carro.

“Pompei continua a deliziarci con i suoi ritrovamenti, e questo sarà il caso per molti anni a venire, con circa 20 ettari ancora da esplorare”, ha detto il ministro della Cultura Dario Franceschini, riferendosi al ritrovamento tra le rovine di questo antico città, risalente al 79 d.C. Fu distrutta dal Vesuvio.

Lascia un commento