Un sospetto membro dello Stato Islamico arrestato in Italia in relazione agli attentati di Parigi

MADRID, 8 marzo (EUROPE PRESS) –

Le forze di sicurezza italiane hanno arrestato nella città di Bari, nel sud del Paese, un uomo di origine algerina, che le autorità hanno identificato come membro del gruppo terroristico dello Stato Islamico e che sarebbe stato collegato agli attentati del 13 novembre 2015 a Parigi.

Il sospetto 36enne è stato arrestato a seguito di un’operazione a cui avevano collaborato diverse istituzioni. Le autorità italiane hanno confermato i suoi legami con i circoli radicali, sottolineando in particolare che avrebbe potuto fornire documenti falsi ai terroristi che attaccavano la capitale francese.

Secondo l’agenzia Adnkronos, infatti, gli investigatori italiani sospettano che questo sospetto terrorista con una storia di crimini minori volesse recarsi in Francia in futuro.

Un totale di 130 persone sono state uccise in una catena di attacchi a Parigi cinque anni e mezzo fa, la cui scena più mortale è stata la sala concerti Bataclan, in cui sono state uccise 90 persone. La maggior parte degli artefici diretti degli attacchi sono stati uccisi quella stessa notte, ad eccezione di Salah Abdeslam.

Lascia un commento