Una bomba della Seconda Guerra Mondiale disinnescata nel nord Italia dopo che 4.500 persone furono evacuate

MADRID, 17 gennaio (EUROPA-PRESSE) –

Questa domenica la squadra di bombardamenti ha disinnescato con successo una bomba della seconda guerra mondiale, la cui scoperta ha costretto l’evacuazione di migliaia di persone nella città italiana di Bolzano, nel nord del paese.

Circa 4.500 persone sono state colpite dall’evacuazione, iniziata questo sabato all’inizio dei compiti di disattivazione, che sono stati felicemente completati intorno alle 11:00 di quella domenica.

Molti di coloro che hanno dovuto lasciare le loro case erano in quarantena medica a causa della pandemia di coronavirus, motivo per cui la città ha istituito per loro un centro speciale.

La bomba è stata ritrovata durante i lavori nei pressi della stazione ferroviaria della città. Il traffico ferroviario è stato interrotto durante il processo di disattivazione. Tuttavia, il traffico ha continuato a fluire sulla vicina autostrada del Brennero, che collega l’Italia con l’Austria.

Bolzano soffrì gravemente durante la seconda guerra mondiale e il centro cittadino subì notevoli danni.

Lascia un commento