“Vogliamo fare qualcosa di grande e vincere il titolo”


MADRID, 26 marzo (EUROPE PRESS) –

Lo spagnolo Under 21 Brahim Díaz ha assicurato che “vogliono fare qualcosa di grande e vincere il titolo”, con i favoriti combinati che trionfano nella categoria europea, la cui seconda partita giocherà contro l’Italia (21:00) questo sabato.

“Questa stagione è un po ‘strana, ci sono tante partite di fila, ma ci adattiamo a tutto. Abbiamo la fortuna di fare quello che vogliamo. Affrontiamo la partita contro l’Italia come meglio possiamo e siamo al 100% concentrato su di esso. ” Vogliamo fare qualcosa di grande e vincere il titolo. Non vediamo l’ora e siamo motivati ​​”, ha detto in una conferenza stampa.

“La squadra spagnola è sempre lì, sulla mappa. L’altro giorno abbiamo dimostrato di avere una buona squadra e che possiamo fare grandi cose insieme. Domani è un bel momento per dimostrarlo perché siamo contro una grande squadra e giochiamo. me. ” Mi auguro che sia così “, ha aggiunto Brahim, che ha detto di sentirsi” meglio “dopo essere stato segnato al suo esordio contro la Slovenia.” Spero di essere per la partita di domani “.

Quando gli è stato chiesto se sentisse la pressione per essere visto dal Real Madrid, il club a cui appartiene, nonostante sia in prestito per il Milan, Brahim ha risposto di no. “Come ho detto, le cose stanno andando abbastanza bene, sono molto felice, la pressione alla fine, che ti piace, che motiva ed è ovvio che l’europeo è molto bello, molte persone ti vedono e sono molto felice nella nazionale mondiale. E quella gente ci conosce un po ‘di più. Voglio dare il mio livello e fare del mio meglio nel calcio “, ha detto.

Su altre questioni, il giocatore del Malaga ha detto che si è sempre “divertito” in “tutte le partite” e che questo sabato è stato “un altro”, nonostante sia la squadra italiana dalla quale incontra diversi giocatori incontrando uno spogliatoio. nell’AC Milan. “Abbiamo parlato di questa partita per diverse settimane quando eravamo presenti in squadra”, ha detto.

“Ci siamo scambiati una parola, la tipica vanga del giocatore, andiamo d’accordo, ma sabato saremo rivali. Peccato che Sandro Tonali non ci sia (per squalifica), ma pensiamo a noi stessi, alla nostra squadra”. disse Brahim.

Lascia un commento